RSPP

L’Ing. Fabio Viventi è iscritto all’albo professionale dei rspp(Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione), istituito ai sensi del Decreto Interministeriale 4 marzo 2013, sulla base di una accurata validazione dei requisiti professionali, del processo di formazione continuo e delle esperienze lavorative.

In questo ambito l’Ing. Fabio Viventi può svolgere l’attività di RSPP esterno per i macrosettori ATECO B3 e B4 (Costruzioni ed Industria), garantendo una corretta gestione della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, una interfaccia costante con Datore di Lavoro, Lavoratori, Medico Competente e le altre figure obbligatorie per legge, Organi di vigilanza e controllo.

Il Testo Unico per la Sicurezza sul Lavoro (D. Lgs. 81/2008, art. 2) afferma che il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione è la persona

designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi

Quindi i suoi compiti sono:

  • individuare i fattori di rischio presenti nell’attività;
  • organizzare il lavoro per tutelare la sicurezza dei lavoratori;
  • stilare rapporti su impianti e processi produttivi;
  • collaborare con datore di lavoro, rappresentate dei lavoratori e medico per redigere il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR). Questo testo riassume tutti i rischi presenti all’interno dell’azienda, le misure di prevenzione e il personale a cui fare riferimento.

A nominare il RSPP è il datore di lavoro, che però può ricoprire egli stesso la posizione se la sua è una di queste attività:

  • industrie e imprese artigiane con meno di 30 dipendenti;
  • aziende agricole e zootecniche con al massimo 10 dipendenti;
  • aziende della pesca che non abbiano più di 20 addetti;
  • altre aziende che non superino i 200 lavoratori.

Ai sensi di quanto previsto dalla normativa, le aziende che occupano più di 30 addetti devono munirsi di un RSPP non coincidente con il Datore di Lavoro.

LE RELAZIONI IN AZIENDA

L’azienda costituisce un microcosmo nel quale convivono tante relazioni e sinergie. Dal Datore di Lavoro ai suoi dipendenti, dal manutentore esterno fino al Medico Competente, dalle rappresentanze sindacali fino all’organismo di vigilanza.

L’apporto di un RSPP esterno garantisce una corretta gestione dei rapporti tra tutti i soggetti deputati alla gestione della sicurezza. Per questo, nel corso dell’incarico è importante:

  • Una corretta gestione delle riunioni (a partire, laddove previsto, dall’obbligo di convocazione della Riunione Periodica);
  • Una costante presenza in azienda, con una serie di sopralluoghi nel corso dell’anno accompagnati dai relativi verbali;
  • Una adeguata modalità di colloquio con le maestranze, che faccia emergere la percezione della sicurezza in azienda, la necessità di interventi specifici, la capacità di analizzare i cosiddetti quasi-incidenti, la certezza di un controllo costante rispetto agli obblighi dettati dalla normativa ed esplicitati dal datore di lavoro mediante procedure ed istruzioni di lavoro.

LE OPPORTUNITÀ LEGATE ALLA SICUREZZA

Il mondo della sicurezza nei luoghi di lavoro è troppo spesso valutato come un obbligo antipatico da assolvere a fronte di sole spese.

Al contrario esistono una serie di opportunità che un’azienda deve poter monitorare attentamente con l’ausilio di un consulente efficiente ed efficacie: dalla domanda di riduzione del tasso di infortuni, passando per i bandi specifici a sostegno di misure volte al miglioramento della sicurezza in azienda.

Contatta lo Studio Viventi per avere info su modalità di lavoro e costi di tale incarico.

Contattaci →

Chiama Ora →

AIFOS

SOCIO AIFOS N. 004887

FORMATORE N. 455fds